Il punto di ripresa è nella capacità di incontro

In questa campagna elettorale le proposte politiche sembrano essere prodotti da supermercato come detersivi o come mele che si vendono al mercato. Proposte irrealizzabili, non sostenibili, prive di logica e di coperture. Più questo accade e più registriamo un incremento dell’astensione perché è come se le persone avessero via via perso l’interesse a partecipare alla costruzione di un rapporto tra chi vive i problemi e chi è chiamato a risolverli.
Il punto di ripresa è proprio nella capacità di incontro. Come stiamo facendo ormai da due settimane. Chi si candida ad un ruolo di rappresentanza deve saper ascoltare, ancor prima che proporre. Questo sentimento così diffuso, che è un misto di rabbia e di rassegnazione, può essere la benzina utile per dare una spinta al cambiamento.
La mia idea è che questa insofferenza non vada soffocata. E che vada indirizzata per un salto di qualità che le persone devono pretendere da chi si candida ad essere classe dirigente.

(Giuseppe De Mita, Lacedonia, Aquilonia, Monteverde, 15 febbraio ’18)

#GiuseppeDeMita #ildoveredicesperanza #ilmiocollegio #Politiche#CameradeiDeputati #CivicaPopolare